HP presenta iniziative e soluzioni a supporto della sostenibilità nelle comunicazioni stampate

BARCELLONA, Spagna, 14 settembre 2009 – HP ha annunciato oggi di aver compiuto notevoli progressi nella sua iniziativa volta ad individuare come l’industria delle arti grafiche possa ridurre il proprio impatto ambientale tramite l'adozione di tecnologie di stampa digitale.

HP, che recentemente è diventata il primo Platinum Sponsor della Sustainable Green Printing Partnership nel settore delle arti grafiche, offre nuove informazioni e soluzioni in grado di aiutare i propri clienti,  fornitori di servizi di stampa (PSP) e l’industria delle arti grafiche a essere più produttivi, abbassare i costi e ridurre gli scarti:

Un nuovo libro bianco tecnico HP che descrive le maggiori opportunità di riduzione delle emissioni di CO2 possibili combinando l’adozione della stampa digitale a strategie innovative di fornitura dei supporti 

Nuove soluzioni di stampa per volumi elevati – la macchina da stampa HP T300 Color Inkjet Web e la HP Indigo W7200 digitale – progettate per trasferire in modo economicamente efficiente la maggior parte dei lavori di stampa commerciale eseguiti con dispositivi analogici meno efficienti

Per cartellonistica e stampe grafiche, gli inchiostri ad acqua HP Latex, che offrono i vantaggi principali della tecnologia a basso contenuto di solventi senza i tipici problemi relativi ad ambiente, salute e sicurezza

Un sistema di calcolo delle emissioni di CO2 per le macchine da stampa che sono state sottoposte ad aggiornamenti per supportare le stampanti HP Designjet per grandi formati utilizzate nel settore della fotografia tecnica e professionale e nelle applicazioni artistiche

Una gamma di supporti riciclati e riciclabili per le macchine da stampa digitali HP, stampanti per grandi formati, e soluzioni per cartellonistica e stampe grafiche, oltre a più di 800 supporti per le macchine HP Indigo dotate di certificazione di sostenibilità eseguita da terzi.

Inoltre, alcune nuove ricerche condotte da terzi confermano e ampliano la conoscenza tecnica del settore e l'adozione della disinchiostrazione della stampa digitale, un passo importante nel processo di riciclaggio della carta.

“La stampa digitale su richiesta riduce gli scarti e la sua capacità di stampare esattamente ciò che è necessario consente di ridurre i volumi dei materiali stampati che vengono distrutti prima ancora di essere utilizzati,” ha spiegato Michael Hoffmann, vice presidente senior, Graphics Solutions Business, HP. “HP offre soluzioni progettate pensando all’ambiente in modo che tutti possano continuare a beneficiare dei vantaggi delle comunicazioni cartacee, ma riducendo notevolmente l’impatto ambientale.”

Potenziale per una riduzione sostanziale delle emissioni di CO2 nei processi di stampa

Il passaggio dalla stampa analogica a digitale offre un’opportunità per ridurre significativamente gli scarti e il materiale aiutando l'industria tipografica a minimizzare il suo impatto ambientale. HP stima che il 90 percento delle attuali emissioni di CO2 nel settore della stampa analogica possa essere eliminato grazie a soluzioni di stampa digitale.

“Ridurre le emissioni di gas serra della stampa commerciale con tecnologie digitali,” un libro bianco tecnico sul potenziale di riduzione delle emissioni di CO2 della stampa digitale, ora disponibile nella sezione “energy tips” del sito HP Eco Solutions alla pagina Tips & Tools. Scritto da Scott Canonico di HP, e Royston Sellman e Chris Preist di HP Labs, il libro bianco quantifica le emissioni di gas serra provocate dalle inefficienze nelle attuali applicazioni di stampa commerciali e negli uffici e descrive modelli di business basati sulla stampa digitale e tecnologie di distribuzione per conservare la carta e consentire la riduzione delle emissioni.

Secondo gli analisti HP, l’adozione su vasta scala della stampa digitale entro il 2020, combinata con strategie ottimizzate di fornitura della carta definite nello SMART 2020 report(1) pubblicato da The Climate Group potrebbe portare a una riduzione di almeno il 30 percento nelle emissioni di CO2 di tutto il mondo, che corrisponde al vantaggio che si avrebbe con il passaggio globale ai veicoli ad efficienza energetica.

Portare i vantaggi ambientali del digitale nei sistemi a tiratura elevata

Grazie a piattaforme di imaging avanzate di nuova generazione, le nuove macchine da stampa HP hanno innalzato il punto di pareggio delle tirature raggiungendo il livello in cui la produzione digitale è più produttiva di quella analogica.

Disponibile da quest’anno, la nuova macchina da stampa HP T300 Inkjet Web, con formato carta  di  762mm, unisce la comprovata imaging inkjet termica con tecnologia SPT (Scalable Printing Technology) a un sistema di scrittura progettato per una stampa a pixel affidabile, offrendo ai PSP la possibilità di ottenere una crescita redditizia grazie a imaging da 1.200 x 600 dpi in una combinazione di velocità e dimensioni in grado di produrre 2.600 pagine in formato A4 al minuto (ppm). La macchina da stampa, che ha completato la sua prima installazione commerciale presso un cliente nel dicembre 2008, è progettata per applicazioni editoriali oltre che per stampe transazionali/transpromozionali e direct mailing.

Riscrivere il libro sugli scarti nelle applicazioni editoriali

Due dei maggiori produttori mondiali di libri, CPI in Francia e Courier Corp. negli Stati Uniti, installeranno la macchina entro la fine del 2009 per produrre libri di tiratura media.

Senza la piattaforma HP T300 Inkjet Web Press e le soluzioni di finitura proposte dai partner, i libri in questo tipo di tiratura, verrebbero stampati in quantità eccessive con un'elevata percentuale di scarto per soddisfare l'economia di scala della stampa offset. Infatti, nel settore editoriale dominato dalla stampa analogica, gli scarti spesso sono molto elevati: attualmente, fino al 30 percento dei libri rimane invenduto e viene mandato al macero.(2)

Grazie alla loro progettazione a base di acqua, gli inchiostri a pigmenti HP per la piattaforma HP Inkjet Web Press non sono né infiammabili né  combustibili.(3) L’esperienza di HP nella progettazione di inchiostri ad acqua a prestazioni elevate ha consentito alla società di evitare la presenza di inquinanti atmosferici nocivi (HAP) negli inchiostri.(4)

La nuova macchina da stampa digitale HP Indigo W7200 – una soluzione di stampa a bobina ad inchiostro liquido elettrofotografico (LEP) con  motore doppio disponibile da questo mese – combina la comprovata qualità offset HP Indigo alla produttività necessaria per eccellere in diverse applicazioni, compresa la stampa di libri su richiesta e a tiratura limitata, stampa fotografica specializzata,(5) campagne di direct mailing personalizzate in volumi elevati e stampe di documenti transpromozionali di alto valore.

L’area di stampa da 317mm x 980mm della macchina digitale HP Indigo W7200 e la sua capacità di stampare praticamente su qualsiasi carta standard commerciale permette anche la stampa di prodotti quali brochure, mailer pieghevoli, album fotografici e  copertine per rivestire  libri precedentemente prodotti utilizzando processi analogici.

Le macchine da stampa HP Indigo sono state progressivamente modificate per la riduzione degli scarti e del consumo energetico. Le macchine HP Indigo 5500, 7000 e W7200 sono dotate di un sistema integrato di riciclo dell’olio che riduce l'utilizzo complessivo dell'imaging oil di circa il 50 percento.(6) Inoltre, grazie alla maggiore produttività, le macchine digitali HP Indigo 7000 e W7200 richiedono circa il 25 e 40 percento in meno di elettricità per pagina stampata, rispettivamente.(7)

In un mondo più ecologico, aumenta la domanda della stampa su richiesta

Le macchine da stampa digitali e la stampa su richiesta offrono diversi vantaggi ambientali essenziali. Con il digitale, i PSP evitano gli scarti associati alla preparazione e al cambio tra i diversi lavori.

Inoltre, la capacità di stampare la quantità esatta di lavori – invece delle tirature eccessive necessarie per soddisfare l'economia di scala della stampa analogica – riduce il numero di pagine stampate non utilizzate. Nel direct mailing e in altre applicazioni di marketing collaterali, la maggiore velocità di risposta della personalizzazione digitale consente agli specialisti di marketing di raggiungere risultati efficienti stampando un numero inferiore di pezzi.

Per le applicazioni editoriali e altri utilizzi, i modelli “stampa e distribuzione” decentralizzati consentono la produzione di materiali stampati in digitale in diversi luoghi vicini al punto di utilizzo finale, riducendo il livello di emissioni associate al carburante usato per il trasporto. 

Dopo aver analizzato i vantaggi della stampa digitale, le maggiori società editoriali servite dai PSP stanno considerando seriamente la possibilità di trasferire i loro prodotti stampati alla stampa digitale.

“In base alla nostra analisi iniziale, riteniamo che potremmo ridurre la quantità di carta utilizzata per la stampa dei nostri libri di circa il 15-20 percento l’anno sfruttando l’efficienza e la flessibilità della stampa digitale su richiesta,” ha dichiarato Marianne Fairclough, vice presidente della divisione carta della società editoriale Pearson plc.

Riciclaggio: Una realtà oggi possibile grazie al digitale

Disinchiostrazione e riciclabilità sono aspetti importanti di una stampa ambientalmente responsabile, e HP si rende conto dell’importanza di avere processi di disinchiostrazione in grado di offrire fibra di qualità in tirature elevate. Per garantire questo, HP ha impegnato alcune risorse che lavorano insieme ad esperti del settore, tra cui il Centre Technique du Papier (CTP) in Francia, Paper Technology Specialist in Germania e la Western Michigan University negli Stati Uniti. HP fa inoltre parte della Digital Print Deinking Alliance, un’organizzazione fondata nel 2008 per valutare la disinchiostrabilità della carta stampata a getto di inchiostro.

I risultati delle ricerche attuali mostrano che molti addetti al riciclaggio della carta oggi utilizzano con successo la carta stampata in digitale nel loro processo. Per l’HP ElectroInk versione 4.0, l’inchiostro liquido utilizzato nelle macchine da stampa HP Indigo, i risultati di laboratorio ottenuti dalla ricerca CTP condotta nella primavera del 2009, mostrano una performance di disinchiostrabilità superiore agli obiettivi fissati in cinque fogli su sei.(8)

Per i fogli stampati a getto di inchiostro, le ricerche HP e gli studi preliminari esterni mostrano prove relative ai materiali per favorire l’aggregazione e il loro potenziale per migliorare ulteriormente la disinchiostrabilità. Questi tipi di materiali – tra cui l’agente legante utilizzato nella piattaforma HP T300 Inkjet Web Press – potrebbero potenzialmente essere utilizzati per aggregare le particelle sub-micron di inchiostro in masse più grandi, semplificando la loro rimozione dalla carta nel processo di disinchiostrazione.

Ridurre l’impatto ambientale di cartellonistica e stampe grafiche

HP vanta il più ampio portafoglio al mondo di stampanti per grandi formati, tra cui tecnologie per la cartellonistica o la stampa grafica. Gli inchiostri HP Latex, utilizzati con la stampante HP Designjet L65500, offrono le caratteristiche e i vantaggi per creare un ambiente migliore per stampe di grandi formati e volumi elevati ad alta velocità. La stampante HP Designjet L65500 e gli inchiostri HP Latex offrono ai PSP un’alternativa vincente, riducendo l’impatto ambientale della stampa e garantendo qualità e durata a velocità di stampa eccezionali.(9)

La stampante, larga 2,64 metri, offre alle società che si occupano di cartellonistica e grafica un sistema versatile in grado di produrre un’ampia gamma di applicazioni interne ed esterne con inchiostri ad acqua HP Latex. Le stampe prodotte con gli inchiostri HP Latex sono prive di odore(10) ed emettono livelli estremamente ridotti di VOC. Non è necessaria alcuna ventilazione speciale.(11) Questi inchiostri non infiammabili e non combustibili(12) non contengono HAP(4) e non riportano particolari avvertenze.

Nuovi strumenti per le emissioni di CO2 per stampanti tecniche e progettuali di grande formato

Le stampanti HP Designjet a grande formato per stampa tecnica, progettazione, fotografia professionale e applicazioni artistiche stampano con inchiostri ad acqua e ora possono essere utilizzate con il HP Carbon Footprint Calculator per la stampa.

Il sistema di calcolo, disponibile per gli utenti delle stampanti da ufficio HP inkjet e LaserJet dal 2008, misura il consumo di energia e di carta, le emissioni di carbonio e i relativi costi di stampa per i clienti aiutandoli a identificare un modo per ridurre il loro impatto ambientale tramite una stampa responsabile.(13)   

Ampia scelta di supporti per la sostenibilità delle arti grafiche

Per favorire ulteriormente l’impegno di sostenibilità dei clienti del più ampio portafoglio di stampanti di grande formato del settore, i supporti HP riciclabili(14) possono essere restituiti grazie al programma HP Large Format Media take-back program.(15) Inoltre, la carta fotorealistica HP per poster può essere riciclata con il cartone.

Un altro supporto per grandi formati HP, la carta HP Recycled Bond, riduce l’impatto della stampa sull’ambiente ed è progettata per le esigenze di stampa quotidiane per applicazioni tecniche. Realizzata al 100 percento con carte di base post-consumo riciclate, e priva di cloro, la carta HP Recycled Bond aiuta gli utenti di macchine HP Designjet a conformarsi con le politiche ambientali delle rispettive aziende e della clientela, offrendo prestazioni affidabili e di alta qualità a un prezzo competitivo.

La macchina da stampa HP Inkjet Web gestisce un’ampia gamma di supporti riciclati non patinati mentre le macchine digitali HP Indigo W7200 e w3250 gestiscono praticamente qualsiasi tipo di supporto riciclato standard non patinato. 

Inoltre, le macchine da stampa digitali HP Indigo, come i modelli 7000, 5500, WS6000 e ws4500 stampano su oltre 800 supporti dotati di certificazione di sostenibilità fornita da terzi, tra cui Sustainable Forestry Initiative, Forest Stewardship Council e Chain of Custody. Circa il 55 percento dei supporti con questi tipi di certificazioni è costituito da carta con contenuto riciclato. Complessivamente, il numero di supporti per HP Indigo con contenuto riciclato e/o una certificazione di sostenibilità di terzi è aumentato del 30 percento tra il Q3 2008 e il Q3 2009.

Aiutare i clienti verso una Sustainable Green Printing Partnership

Tramite la sua Graphics Solutions Business, HP è diventata il primo SGP Platinum Partner dell'organizzazione per la certificazione delle stampanti sostenibili, Sustainable Green Printing (SGP) Partnership.

SGP Partnership è un’organizzazione per la certificazione indipendente e non-profit che incoraggia e promuove la partecipazione al movimento mondiale per ridurre l’impatto ambientale e aumentare la responsabilità sociale della stampa e del settore delle comunicazioni grafiche. La sponsorizzazione di HP aiuterà a mantenere i costi di partecipazione a livelli ridotti per i PSP che vogliono aderire al programma.

“SGP Partnership è lieta di avere come Platinum SGP Patron una grande multinazionale come HP,” ha dichiarato Marcia Kinter, presidente del CdA, SGP Partnership. “Indica chiaramente il profondo impegno di HP verso la promozione della sostenibilità nell’ambito del settore delle comunicazioni grafiche.”

HP e l’ambiente

Per decenni, HP è stata leader nella sostenibilità ambientale, guidando la società tramite il suo programma HP Eco Solutions. HP influenza le azioni dell’industria stabilendo standard ambientali elevati nelle sue divisioni e supply chain offrendo soluzioni pratiche per semplificare la riduzione dell’impatto sul clima e tramite la sua ricerca di soluzioni di sostenibilità a supporto di un’economia a basso tenore di carbonio. Per maggiori informazioni sul programma HP Eco Solutions consultare l’indirizzo www.hp.com/ecosolutions.

(1) SMART 2020: Enabling the low-carbon economy in the information age. The Climate Group Global e-Sustainability Initiative. Londra, 2008. Disponibile su http://www.smart2020.org.
(2) “Developments in book production,” di Sean Smyth, Pira, 2007.
(3) Gli inchiostri a pigmenti HP a base d'acqua e l’agente legante per la macchina da stampa a bobina non sono classificati come infiammabili o combustibili secondo l'USDOT o le norme di trasporto internazionale. Tali materiali sono stati testati in base al metodo U.S. Environmental Protection Agency 1020 e il punto di infiammabilità è superiore a 110ºC.
(4) Gli inchiostri sono stati testati come agenti pericolosi per l'aria in base al U.S. Environmental Protection Agency Method 311 (test condotto nel 2008) e sono risultati negativi. Gli HAPs sono agenti inquinanti pericolosi per l'aria che non sono inclusi negli standard di qualità dell'aria definiti nel Clean Air Act, ma che possono essere nocivi per la salute dell'uomo o possono avere un impatto sull'ambiente
(5) Kit di aggiornamento per applicazioni fotografiche specialistiche disponibile nel 2010. 
(6) Rispetto alla macchina da stampa HP Indigo 5000.
(7) Confronto tra le macchine da stampa HP Indigo 7000 e HP Indigo 5000 e 5500, e tra la HP Indigo W7200 e la HP Indigo w3250.
(8) “Sustainable Digital Print Solutions: Deinkable Inks, Papers, and Optimized Deinking Processes,” Nils Miller, HP.  Ricerca del Centre Technique du Papier, presentata alla TAPPI PaperCon ’09. Misura della contaminazione da residui della carta con obiettivo di 500 parti per milione di metri quadri o inferiore.
(9) Nella categoria prezzo/prestazioni in cui si inseriscono le stampanti basate sulla tecnologia HP Latex Printing.
(10) Le stampanti che utilizzano gli inchiostri HP Latex includono riscaldatori interni per asciugare e trattare la pellicola polimerica al lattice. Alcuni substrati possono avere un odore intrinseco.
(11) Per soddisfare i requisiti US OSHA sull’esposizione professionale ai  composti organici volatili degli inchiostri HP Latex non è richiesta una particolare ventilazione. L’installazione di un impianto di ventilazione speciale è a discrezione del cliente, HP non dà specifici suggerimenti. In genere, gli inchiostri HP Latex non impongono particolari requisiti per gli scarichi dell’aria. I clienti sono tenuti a consultare la normativa locale e statale.
(12) Gli inchiostri HP Latex a base d'acqua non sono classificati come infiammabili o combustibili secondo l'USDOT o le norme di trasporto internazionale. Tali materiali sono stati testati in base al metodo Pensky-Martins Closed Cup e il punto di infiammabilità è superiore a 110ºC.
(13) Il HP Carbon Footprint Calculator per la stampa genera stime di consumo energetico durante l’uso di una stampante, emissioni di CO2 dalla produzione di elettricità, ed emissioni di CO2 dalla produzione di volumi stimati di carta consumata durante la stampa (ossia, CO2 stimata dalla produzione di elettricità e CO2 dalla produzione di carta). Si basa su alcune ipotesi fondamentali e utilizza dati e modelli generati da terzi. Per ulteriori informazioni, visitare il sito: www.hp.com/go/carbonfootprint.
(14) Le possibilità di riciclo si limitano attualmente solo ad alcune aree. I clienti devono rivolgersi agli operatori locali
(15) La disponibilità del programma può variare.