Il primo ad ordinare il nuovo modello compatto di rotativa doppia larghezza sarà un editore di giornali britannico
  • D C Thomson & Company installerà la rotativa Colorliner CPS a otto torri
  • La soluzione di stampa compatta Goss combina elevate prestazioni, automazione e ottimo rapporto valore/investimento

10 ottobre 2011 - Un importante editore di giornali scozzese sarà il primo ad installare il nuovo modello di rotativa compatta doppia larghezza di Goss International. D C Thomson & Company Ltd., società di edizione e di stampa di proprietà familiare con sede a Dundee, aggiungerà una rotativa Goss Colorliner CPS in una configurazione a otto torri, che comprenderà anche un'opzione di stampa heatset.

Goss International ha sviluppato il nuovo sistema Colorliner CPS (Compact Printing System) a partire da diverse caratteristiche del suo comprovato sistema di stampa ad alta performance FPS (Flexible Printing System) per soddisfare le esigenze degli stampatori che richiedono versatilità, alta qualità di stampa, utilizzo semplificato e un elevato livello di performance rispetto ai costi d'investimento. Il design compatto esclusivo rende la nuova rotativa adattabile sia ai nuovi impianti che ai reparti di stampa esistenti, compresi gli impianti che comportano già una struttura di supporto.

La rotativa Colorliner CPS che sarà installata presso la D C Thomson stamperà fino a 90.000 copie all'ora, grazie ad un pacchetto totalmente automatizzato, comprendente la tecnologia di cambio automatico delle lastre Goss Autoplate e controlli a circuito chiuso. Goss International doterà il sistema di cambiabobine Goss Contiweb FD, di due forni heatset Goss Ecocool e di due piegatrici a pinze J2:5:5. L'installazione inizierà a metà del 2012.

"Siamo lieti di consolidare la nostra partnership secolare con Goss attraverso l'installazione della nuova macchina di stampa Colorliner CPS," commenta David Thomson, Direttore Operativo. "La rotativa fornirà i migliori livelli di qualità e di automazione richiesti per sviluppare i nostri giornali con rinnovata fiducia. D C Thomson è fiera di investire nel futuro della stampa."

Con un sistema di inchiostrazione a tre rulli formatori e una configurazione del tipo anello contro anello dei cilindri, la Colorliner CPS offre un'elevata qualità di stampa e stabilità dinamica utilizzando la tecnologia di caucciù convenzionale. La corta distanza di appena 2,7 metri (8,9 piedi) tra la prima e l'ultima unità di stampa riduce al massimo il fan-out e offre un eccelente registro. Il design compatto, senza sistema di apertura, riduce al minimo gli ingombri e l'altezza delle torri, permettendo l'installazione in impianti esistenti, senza necessità di configurazioni più complesse, come la sovraposizione di una torre sull'altra.

L'accesso a tutti i sottosistemi di stampa della Colorliner CPS avviene dagli spazi creati tra due torri adiecenti e non è ostacolato dal dispositivo di cambio automatico delle lastre. Un sistema di circolazione dell'aria naturale, derivato dal design della rotativa Goss FPS, rappresenta un'altra caratteristica importante, che permette alla nuova CPS di mantenere una temperatura idonea alle operazioni di stampa senza necessità di installazione di un costoso e complesso impianto di raffreddamento ad aria forzata.

"Dimostriamo di essere all'avanguardia, offrendo un nuovo modello di rotativa compatto, più conveniente, in grado di fornire le caratteristiche di valore, automazione e performance di cui hanno bisogno gli editori di giornali e gli stampatori per rimanere competitivi e cogliere nuove opportunità", conferma Jochen Meissner, Presidente e CEO di Goss International.

Meissner afferma che la Colorliner CPS è complementare alla rotativa compatta Goss FPS, che offre un design con sistema di apertura delle torri e la possibilità di cambio di formato. "Il nuovo modello compatto completa il nostro portafoglio versatile di macchine da stampa a singola e doppia larghezza ed estende ulteriormente la nostra capacità di fornire ai clienti la migliore soluzione per qualsiasi requisito di produzione o business model" conclude.

La Colorliner CPS si avvale delle comprovate tecnologie delle macchine da stampa di giornali e rotative commerciali Goss ed è progettata per fornire una semplicità d'uso, con un minimo intervento umano. Il nuovo modello è disponibile nelle configurazioni 4x2, 5x2 e 6x2 e in un'ampia gamma di cut-off. Tra le caratteristiche disponibili rammentiamo il sistema di inchiostrazione digitale Goss DigiRail e la preimpostazione automatizzata, le sequenze di avvio, la regolazione dei rulli, il cambio automatico delle lastre e l'utilizzazione di larghezze di bande diverse.

David Thomson indica inoltre che, nell'ambito dei suoi investimenti nel futuro delle sue attività di stampa di giornali e di editoria, la società riconfigurerà anche l'impianto esistente Goss Colorliner con sette torri e due piegatrici. "Un importante intervento di miglioramento dei controlli e di altre funzionalità, unitamente al robusto design della famiglia di macchine da stampa Colorliner, ci consentirà di incrementare la produttività e l'efficienza competitiva dei nostri attuali impianti, per affrontare serenamente il futuro" spiega.

Gli esperti di D C Thomson e Goss International, dotati di vaste competenze nel campo, hanno formato un team ad hoc, allo scopo di gestire questo progetto su ampia scala e garantire che fosse mantenuta la capacità produttiva presso l'impianto di Dundee nel corso di tutte le fasi di installazione della nuova rotativa e di riconfigurazione dell'impianto esistente.

(FINE)

‘Goss', il logo Goss, ‘Goss International', ‘Colorliner CPS', ‘FPS', ‘Flexible Printing System', ‘Autoplate', ‘Contiweb FD', ‘Ecocool' e ‘DigiRail' sono marchi commerciali o marchi registrati di Goss International Corporation o delle sue consociate.