Questo comunicato stampa e le relative immagini possono essere scaricati dal seguente indirizzo Internet:

Le anomalie di punti complesse sono facilmente identificabili nella fase di trasferimento dell'inchiostro, senza necessità di interruzioni della produzione.

Sussex, Wisconsin, USA - 8 novembre 2011 - QuadTech mira a rendere obsolete le misurazioni fuori linea del colore delle pellicole per imballaggi introdotte nel caso di alimentazione a bobina, introducendo le funzionalità di stabilizzazione della bobina e visualizzazione in linea ad alta definizione dei punti nel sistema di misurazione del colore con SpectralCam HD.

La nuova funzionalità di visualizzazione ad alta definizione facilita la rilevazione immediata delle anomalie di punti come puntinatura, ponti di inchiostro, punti a ciambella e aloni. Le immagini vengono acquisite a 2500 dpi e rese istantaneamente accessibili tramite l'interfaccia utente ICONTM, per cui i dettagli relativi alla qualità dei punti possono essere analizzati visivamente dall'operatore non appena l'inchiostro viene trasferito al substrato.

"SpectralCam HD consente d identificare istantaneamente anomalie di punti che finora era possibile rilevare solo interrompendo la produzione e analizzando fuori linea un campione ingrandito del lavoro stampato. L'operatore sa quindi che queste anomalie saranno rilevate con risoluzione molto più alta di quanto non fosse prima possibile, senza andare a scapito dei tempi di disponibilità della rotativa", ha detto Laura Casale, responsabile progetti QuadTech.

La funzionalità di visualizzazione potenziata mette in grado l'operatore di intervenire più velocemente in caso di variazioni della pressione o anomalie della lastra, riducendo quindi la quantità di sfridi e i livelli di reiezione.

SpectralCam HD può essere di particolare vantaggio in situazioni di stampa su imballaggi flessibili, in cui è essenziale la possibilità di visualizzare i profili di punti, e per gli operatori di rotative flexo a impressione centrale, in cui si richiede una regolazione notevole della pressione. Il dispositivo funziona sino a 1.067 m/min ed è in grado di funzionare con un'ampia gamma di substrati di carta e film.

Un'altra innovazione presente nel sistema di misurazione del colore è un'unità di stabilizzazione della bobina che permette di eseguire al volo misure cromatiche precise su film sia opachi sia trasparenti senza rischio di corrugamento del substrato.

Questo dispositivo di stabilizzazione consiste di una piattaforma a basso attrito e con parte superiore piatta, sulla quale la bobina in movimento viene stabilizzata temporaneamente mediante vuoto, per consentire la misurazione del colore su due piastrelle - una nera per misurare l'opacità e una bianca per misurare la trasparenza. Le piastrelle di riferimento sono conformi allo standard per il colore di materiali ceramici stabilito dalla British Ceramic Research Association (BCRA) e ciò garantisce che il loro colore rimanga costante nel tempo. Inoltre, sono rimovibili per agevolare la pulizia.

Il substrato viene portato a contatto della piastrella in seguito al vuoto creato, per consentire di acquisire le letture del colore senza pieghe, bolle e ombreggiature che possano causare distorsione. Il vuoto è generato intorno alle piastrelle tramite sequenze di impulsi di aria ad alta pressione che fluisce lungo un canale e all'esterno attraverso piccoli fori praticati lateralmente sulle piastrelle stesse. Il substrato rimane a contatto della piastrella solo alcuni millisecondi, sufficienti per eseguire la misura, e quindi viene rilasciato. Il basso coefficiente di attrito dell'area di contatto previene graffiature sia sulla superficie della piastrella sia sul substrato. È possibile eseguire più misure contemporaneamente.

Il dispositivo di stabilizzazione della bobina offre una soluzione alternativa all'impiego di rulli bianchi, le cui grandi aree superficiali sono sensibili alla contaminazione, difficili da pulire e non riescono a dare una superficie di riferimento di colore costante.

Laura Casale, responsabile progetti QuadTech, ha commentato: "Nella stampa di imballaggi, la necessità di misurare il colore fuori linea è uno degli ostacoli principali a una gestione snella della produzione. Con il sistema di misurazione del colore, mettiamo in grado le tipografie operanti nel settore della stampa di imballaggi di conseguire qualità cromatica ottimale senza interrompere la tiratura, indipendentemente dal substrato o dall'applicazione, e di ridurre ulteriormente gli sfridi."

Il sistema di misurazione del colore QuadTech utilizza SpectralCam HD per misurare con precisione la risposta spettrale e calcolare i valori L*a*b*, ΔE, Densità e Δdensità alla massima velocità della rotativa, assicurando risultati coerenti e prevedibili nonché sfridi minimi all'avviamento.

-Fine-