SPRING S.R.L., IL SERVICE CON IL MAGGIOR PARCO MACCHINE STRATASYS, AMPLIA L'OFFERTA CON L'ACQUISTO DELLA QUARTA STAMPANTE 3D FORTUS 900MC

L'investimento nella decima stampante 3D FDM Stratasys aumenterà la produzione dell'11%

Con la stampa in 3D dei prodotti finali la produzione diretta della Spring raggiunge il 75% dell'attività

Minneapolis e Rehovot, Israele, 27 aprile 2016 - Stratasys Ltd. (Nasdaq:SSYS), l'azienda fornitrice di soluzioni di stampa 3D e fabbricazione additiva, oggi ha annunciato che Spring s.r.l., al MECSPE 2016, ha acquistato la sua decima stampante 3D per la produzione in FDM (Fused Deposition Molding) tramite il rivenditore italiano Technimold.

A seguito della crescita esponenziale dell'offerta di produzione diretta e dopo vari anni di utilizzo della tecnologia di stampa 3D FDM di Stratasys per la prototipazione e la produzione, l'azienda ha deciso di accrescere la propria dotazione di stampanti 3D FDM e di investire nella quarta stampante 3D Fortus 900mc Production.

Secondo Fabio Gualdo, cofondatore e direttore del reparto vendite di Spring s.r.l., ampliare la capacità di produrre componenti completamente funzionali, personalizzati e a prezzi accessibili è stata cruciale per migliorare la produttività dell'azienda.

"La stampa 3D con tecnologia FDM è stata indispensabile nel nostro processo di produzione negli ultimi 14 anni perché ci ha permesso di produrre rapidamente complessi prodotti specifici per ciascun su richiesta", spiega Toniello. "Abbiamo acquistato la nostra quarta Fortus 900mc per aumentare le ore di produzione. In questo modo siamo riusciti a rafforzare la nostra offerta in una serie di settori industriali, tra cui quello medico e quello automobilistico.

"In effetti, con questa accresciuta capacità ora otteniamo un 11% in più di ore di produzione. Che si tratti di ottenere robusti componenti di prototipi in grado di tollerare le sollecitazioni di prove e collaudi pratici o di produrre componenti interamente funzionali, questa capacità ci permette di evadere gli ordini nei nostri clienti ad una frazione del costo e del tempo del metodo di produzione tradizionale", aggiunge Gualdo.

La fabbricazione additiva rappresenta ormai il 75% dell'attività lavorativa

Da quando ha acquistato la quarta stampante 3D Fortus 900mc Production, Spring s.r.l. ha aumentato la propria produzione diretta, tanto che ora l'additive manufacturing costituisce il 75% della sua attività. L'80% di questa percentuale è costituito da componenti fabbricati direttamente, soprattutto per le industrie automobilistica ed aerospaziale. Si tratta della produzione di maschere e dime per le linee di produzione dei clienti, ma anche attrezzature per l'assemblaggio che comprendono componenti per gallerie del vento e utensili per i controlli di qualità.

"Quando ci hanno chiesto di produrre questi componenti ci siamo subito resi conto che l'eccezionale robustezza e stabilità termica dei materiali ULTEM 9085 e ULTEM 1010 di Stratasys sarebbero stati la scelta ideale per riuscire a soddisfare le notevoli esigenze della linea di produzione. Analogamente, l'alta resistenza a fatica del materiale FDM Nylon 12 ci permette di produrre rapidamente e ad un ottimo costo attrezzature di assemblaggio e utensili per i controlli di qualità."

Roberto Toniello, co-fondatore e responsabile del reparto ingegneristico, conclude: "Dato che il volume di ordini che riceviamo dai nostri clienti è fluttuante, ora non siamo più limitati dal dover produrre in lotti. Con la fabbricazione additiva di Stratasys possiamo progettare e produrre geometrie complesse fatte su misura in base ai requisiti del cliente e su ordinazione. Si tratta di un aspetto cruciale per garantire al cliente tempi di immissione del loro prodotto sul mercato che prima non erano possibili."

Davide Ferrulli, Responsabile Territoriale di Stratasys Italia, conclude: "Il fatto che la Spring continui a servirsi della nostra tecnologia di stampa 3D FDM dimostra quanto l'additive manufacturing stia dando alle nuove generazioni di produttori. Con l'offerta di una maggiore flessibilità e migliori risparmi di tempi e costi stiamo vedendo sempre più aziende integrare con successo l'additive manufacturing nelle loro attività."